Archivi per la categoria ‘NEWS’

Conservazione del nuovo catasto terreni – Verificazioni quinquennali gratuite

Il DPR 917/1986 e s.m.i. consente ai possessori terreni agricoli di richiedere la variazione del reddito domenicale per sostituzione della qualità colturale o per diminuzione della capacità produttiva ascrivibile a specifiche cause.

L’Agenzia delle Entrate, con cadenza quinquennale, verifica gratuitamente tali segnalazioni.

Per usufruire del beneficio della verificazione quinquennale gratuita i possessori interessati, i cui beni ricadono nei Comuni oggetto di verifica periodica, devono presentare, entro il 31 gennaio 2020, la denuncia dei cambiamenti al competente Ufficio Provinciale – Territorio dell’Agenzia delle Entrate utilizzando gli stampati disponibili in Ufficio o sul sito http://www.agenziaentrate.gov.it  seguendo il percorso: “Cittadini” – “Fabbricati e terreni” – “Aggiornamento dati catastali e ipotecari” – “Variazioni colturali”.

Manifesto

INARCASSA – Polizza sanitaria – verificare regolarità entro il 15/10

Polizza sanitaria: per coloro che sono interessati alla copertura sanitaria 2020 un invito a verificare la regolarità della propria posizione su IOL e provvedere, se necessario, a mettersi in regola entro il 15 ottobre.

Linee guida per il settore della prevenzione incendi

Mostra “Monigo, San Paolo, San Liberale Un esperimento didattico progettuale per Treviso Nord Ovest” a Cà Sugana

Si segnala che dal 18 al 26 Ottobre 2019, presso Cà Sugana (Tv) si svolgerà la Mostra dal titolo “Monigo, San Paolo, San Liberale UN ESPERIMENTO DIDATTICO PROGETTUALE PER TREVISO NORD OVEST” a cura del Laboratorio integrato di progettazione urbanistica dell’Università degli studi di Udine, Dipartimento politecnico di Ingegneria e Architettura.
Si tratta di un progetto urbano condotto sui quartieri di San Paolo, San Liberale, Monigo, viale Europa e Area Appiani, atto a rimodellare il quadrante Nord-Ovest di Treviso con un metodo innovativo di progettazione volumetrica che verifichi la compatibilità del progetto con il Piano degli Interventi approvato, in vista di eventuali sviluppi urbanistici.

 

Mostra_esperimento_didattico_progettuale_18-26ottobre2019

Nominativi per Corte d’Appello di Venezia – nominativi esperti in acque pubbliche

La Corte d’Appello di Venezia, in relazione alla Legge 45/2004, deve proporre al Consiglio Superiore della Magistratura dei nominativi esperti  in acque pubbliche al fine di integrare,  per il quinquennio 20120-2014,  il Tribunale Regionale delle acque pubbliche costituito presso la stessa Corte.

Per questo motivo ha chiesto all’Ordine di segnalare nominativi di esperti. Chi si ritiene particolarmente versato nel settore ed ha  provata esperienza, ed è iscritto da almeno 10 anni all’Ordine, può trasmettere comunicazione con allegato CV,  in cui esprime il proprio consenso ad essere segnalato.

La comunicazione può essere trasmessa all’Ordine tramite mail segreteria@ordineingegnerirovigo.it, o in altre forme, entro il 15 Ottobre 2019.

Bando CUP Veneto

Il CUP Regionale del Veneto, in coorganizzazione con l’ente formativo Formaset, promuoverà un progetto da presentarsi alla Regione Veneto nell’ambito del POR FSE 2014-2020 Veneto “Per un’impresa organizzata e consapevole” dedicato alla formazione continua del capitale umano.

Il progetto, dal titolo “ Lean office per aziende e professionisti: competenze e organizzazione digitali per un servizio efficiente” ha come obiettivo primario quello di fornire alle imprese, e quindi anche ai professionisti, gli strumenti necessari per favorire la competitività e la crescita professionale attraverso percorsi di formazione continua.

La Regione con la DGR 1010/19, nonostante questa volta non dedichi un ambito tematico specifico ai professionisti, dà loro la possibilità di partecipare ai progetti pluriaziendali, che potranno e dovranno questa volta prevedere anche la partecipazione di imprese (anche sotto forma di società, come STP).

Le tematiche che saranno sviluppate con questo nuovo progetto – dopo l’ampio e positivo riscontro avuto con il progetto “Il libero professionista nell’economia digitale” (oltre 90 professionisti formati, 5 professionisti con certificazione linguistica, eventi seminariali di enorme successo e partecipazione da parte di ogni ordine professionale) – rientrerebbero nel filone tematico del Lean Management, nello specifico la Lean Office, ossia l’applicazione dei principi del Lean Thinking a tutti i processi non produttivi per offrire ai clienti un servizio migliore abbattendo gli sprechi (costi).

I percorsi di formazione che saranno organizzati nell’ambito del progetto avranno come ottica quella dell’IT ponendo particolare attenzione a fornire gli strumenti e le soluzioni (utilizzo di software di office automation) da applicare negli studi professionali.

In allegato si uniscono i moduli necessari per l’adesione al progetto da trasmettere alla scrivente segreteria segreteria@ordineingegnerirovigo.it, debitamente compilati e sottoscritti, unitamente a copia del documento d’identità del professionista o del legale rappresentante, entro e non oltre il 7 ottobre 2019 (ore 18.00).

MODULI DI ADESIONE PER PROFESSIONISTI E STP

Elenco professionisti per tirocinio professionale guidato

Il Decreto 3 Dicembre 2014, n. 200 “Regolamento recante misure compensative per l’esercizio della professione di Ingegnere, …”  prevede  l’istituzione di un Elenco di professionisti tenuto dal Consiglio Nazionale, ai fini del tirocinio professionale guidato.

I professionisti che fanno parte di questo elenco, dovranno fare da tutor per i professionisti stranieri che debbano svolgere tirocinio di adattamento relativo alle misure compensative per il riconoscimento del titolo conseguito all’estero.

Il candidato tirocinante dovrà individuare il tutor su una lista di professionisti messa a sua disposizione dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri. Questo elenco dovrà essere aggiornato annualmente e conterrà i nominativi segnalati da ogni Consiglio Provinciale.

Il tirocinio di adattamento ha una durata massima di tre anni ed ha per oggetto il complesso delle attività professionali afferenti alle materie che sono state indicate nel decreto di riconoscimento, scelte in relazione alla loro valenza ai fini dell’esercizio della professione.

Il tirocinio si svolge presso il luogo di esercizio dell’attività professionale di un libero professionista, con anzianità di iscrizione all’Albo non inferiore a otto anni ed iscritto all’Albo.

La scelta del professionista è effettuata dal richiedente ed è incompatibile con un rapporto di lavoro subordinato.

Il professionista, a conclusione del tirocinio di adattamento, predispone una relazione motivata contenente la valutazione, favorevole o sfavorevole, dell’attività complessiva svolta dal tirocinante e ne rilascia copia all’interessato.

Il Consiglio Nazionale esercita la vigilanza sul tirocinio ai fini dell’adempimento dei doveri relativi allo svolgimento dello stesso, tramite il Presidente del Consiglio dell’Ordine Provinciale cui è iscritto il professionista presso il quale il richiedente svolge tirocinio.

Il professionista presso il quale è iscritto il tirocinante, non appena riceve copia della delibera di inizio tirocinio emessa dal Presidente del Consiglio Nazionale, contatta il Presidente dell’Ordine Provinciale a cui è iscritto per informarlo delle linee generali cui si atterrà durante il tirocinio.

Chi è interessato ad essere inserito nell’apposito elenco (per i professionisti stranieri che debbano svolgere il tirocinio di adattamento per il riconoscimento del titolo conseguito all’estero) in qualità di tutor,  dovrà spedire all’Ordine il modulo allegato (dichiarazione di disponibilità)  entro il 25 Novembre 2019.

dichiarazione disponibilità

decreto 3/12/2014, n. 200

Giornata della prevenzione Sismica

A tutti gli iscritti

Il 20 Ottobre 2019 sarà organizzata su tutto il territorio Nazionale la 2^ GIORNATA DI PREVENZIONE SISMICA “DIAMOCI UNA SCOSSA”.

Chi fosse interessato a partecipare è pregato di dare la propria disponibilità entro e non oltre il 27 Settembre al fine di organizzare in maniera ottimale la manifestazione

PER INFO SCRIVERE A: segreteria@ordineingegnerirovigo.it

https://www.giornataprevenzionesismica.it/

 

La sfida di Società 5.0 – La nuova Ingegneria, società civile, Industria 4.0

Evento “La sfida di Società 5.0 – La nuova Ingegneria, società civile, Industria 4.0”, che si terrà sabato 28 settembre 2019 dalle 9:00 alle 12:00 presso CRC del Comune di Abano Terme (vicino Piazza Mercato) via Donati 1, 35031 Abano Terme.
L’iniziativa gode del patrocinio di FOIV – Federazione Ordini Ingegneri del Veneto e del Comune di Abano Terme.

Entrata libera con prenotazione online al link https://societa50.com/2019/08/17/studio-ingegneria-societa50-padova/

L’evento non attribuisce crediti formativi

Equo compenso in Veneto

Anche i liberi professionisti veneti potranno contare su compensi equi per le prestazioni fornite alla regione e agli enti da essa dipendenti o controllati

conti.jpg

Il Consiglio regionale del Veneto ha approvato, in data 3 settembre 2019 all’unanimità, la proposta di legge di iniziativa consiliare che dovrebbe portare a compensi proporzionati all’attività svolta e a mettere uno stop a clausole vessatorie.

Nello specifico, il provvedimento prevede che “la Regione del Veneto, gli enti amministrativi dipendenti, ivi compresi gli enti del servizio sanitario regionale e le società controllate, nel rispetto dei principi di trasparenza, buon andamento ed efficienza, promuovono la tutela delle prestazioni professionali e il rispetto del principio dell’equo compenso in relazione alle prestazioni rese dai professionisti, anche al fine di contrastare l’evasione fiscale“.

Equo compenso in Veneto: le specifiche principali della nuova legge

Viene considerato equo il compenso che risponde a due requisiti concorrenti e non alternativi:

  1. la proporzionalità alla quantità e alla qualità del lavoro svolto e al contenuto e alle caratteristiche della prestazione
  2. la conformità ai parametri previsti dalle disposizioni ministeriali in materia.

Quindi, la presentazione di un’istanza alla pubblica amministrazione deve essere sempre accompagnata, oltre che da tutti gli elaborati previsti dalla normativa, dalla lettera di affidamento dell’incarico al professionista sottoscritta dal committente, nella quale vanno indicati gli estremi di iscrizione all’albo o collegio del professionista, gli estremi dell’assicurazione professionale, la descrizione dettagliata delle prestazioni richieste e il relativo compenso.

Perché l’iter amministrativo possa concludersi favorevolmente sarà necessario presentare una dichiarazione sostitutiva dei professionisti incaricati attestante il pagamento dei propri corrispettivi. Senza questa, la procedura sarà sospesa fino all’avvenuta integrazione.

css.php