Febbraio 2024
L M M G V S D
« Dic    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
26272829  

Albo

Il Regio Decreto n.2537 del 1925, prevede che ogni Ordine deve provvedere alla formazione del proprio Albo.
L’iscrizione nell’Albo risulta essere obbligatoria per l’esercizio della professione di Ingegnere.

Il D.P.R. 328/2001 ha istituito nell’Albo professionale, in relazione al diverso grado di capacità e competenza acquisita mediante il percorso universitario, le Sezioni A e B, ciascuna delle quali ripartita nei seguenti Settori: Civile e Ambientale; Industriale; dell’Informazione.

Per la consultazione degli iscritti agli Ordini degli Ingegneri rimandiamo all’Albo Unico predisposto dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri, che permette di ricercare sia i dati relativi agli iscritti all’Ordine di Rovigo, sia i dati relativi a Ingegneri iscritti ad altri Ordini provinciali.

 

ACCEDI ALL’ ALBO UNICO CNI

 

Si riporta di seguito l’esempio della pagina di ricerca CNI



Cognome
Nome
Ordine
Numero Iscrizione

Utilizzare il carattere asterisco (*) prima e dopo il nome e il cognome per ampliare la ricerca.

Gli iscritti che vogliono pubblicare il curriculum professionale devono accedere a working tramite la fondazione CNI.

L’iscrizione nella sezione A è subordinata al superamento di apposito esame di Stato. Per l’ammissione all’esame di Stato è richiesto:
laurea specialistica in una delle seguenti classi:
 
per il settore civile e ambientale: 

– classe 4/S – Architettura e ingegneria edile;
– classe 28/S – Ingegneria civile;
– classe 38/S – Ingegneria per l’ambiente e per il territorio;
per il settore industriale: 
– classe 25/S – Ingegneria aerospaziale e astronautica;
– classe 26/S – Ingegneria biomedica;
– classe 27/S – Ingegneria chimica;
– classe 29/S – Ingegneria dell’automazione;
– classe 31/S – Ingegneria elettrica;
– classe 33/S – Ingegneria energetica e nucleare;
– classe 34/S – Ingegneria gestionale;
– classe 36/S – Ingegneria meccanica;
– classe 37/S – Ingegneria navale;
– classe 61/S – Scienza e ingegneria dei materiali;
per il settore dell’informazione: 
– classe 23/S – Informatica;
– classe 26/S – Ingegneria biomedica;
– classe 29/S – Ingegneria dell’automazione;
– classe 30/S – Ingegneria delle telecomunicazioni;
– classe 32/S – Ingegneria elettronica;
– classe 34/S – Ingegneria gestionale;
– classe 35/S – Ingegneria informatica,
laurea conseguita secondo il “vecchio ordinamento”universitario (previgente alla riforma recata dal regolamento di cui al D.M. 3 novembre 1999, n. 509 del Ministro dell’università e della ricerca scientifica e tecnologica e ai relativi decreti attuativi). I possessori di tale titolo svolgono le prove degli esami di Stato, fino alle Sessioni dell’anno 2011, secondo l’ordinamento previgente al D.P.R. 328/2001 ed hanno facoltà di accedere a tutti Settori della Sezione A dell’Albo professionale.
L’iscrizione nella sezione B è subordinata al superamento di apposito esame di Stato. Per l’ammissione all’esame di Stato è richiesto il possesso di:
laurea (tre anni) in una delle seguenti classi:  

per il settore civile e ambientale: 

– classe 4 – Scienze dell’architettura e dell’ingegneria edile;
– classe 8 – Ingegneria civile e ambientale;
per il settore industriale: 
– classe 10 – Ingegneria industriale;
per il settore dell’informazione: 
– classe 9 – Ingegneria dell’informazione;
– classe 26 – Scienze e tecnologie informatiche; diploma universitario triennale, che consente l’accesso agli esami di Stato secondo la tabella A allegata al DPR 328/2001.
css.php