Direttore dei lavori, sta per arrivare il decreto “linee guida”

Il MIT ha trasmesso la richiesta di parere parlamentare sullo schema di decreto “linee guida” con le indicazioni sulle modalità di svolgimento delle funzioni del direttore dei lavori

Le famose linee guida sul direttore dei lavori stanno per essere approvate con l’apposito decreto ministeriale, come previsto dal Codice appalti.

Ricordiamo, infatti, che il Codice appalti (art. 111) prevede che con decreto del MIT, su proposta dell’ANAC, previo parere delle competenti commissioni parlamentari e sentito il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici e la Conferenza unificata, siano approvate le linee guida che individuano le modalità e la tipologia di atti attraverso i quali opera il direttore dei lavori, in maniera da garantirne trasparenza, semplificazione, efficientamento informatico, con particolare riferimento alle metodologie e strumentazioni elettroniche anche per i controlli di contabilità.

Il suddetto decreto deve disciplinare, inoltre, le modalità di svolgimento della verifica di conformità in corso di esecuzione e finale, la relativa tempistica, nonché i casi in cui il direttore dell’esecuzione può essere incaricato della verifica di conformità.

Inoltre, con il medesimo decreto devono essere approvate le linee guida che individuano compiutamente le modalità di effettuazione dell’attività di controllo affidate al direttore dell’esecuzione del contratto di servizi o di forniture, secondo criteri di trasparenza e semplificazione.

Il percorso del decreto linee guida

In attuazione alle disposizione del Codice appalti, l’ ANAC ha trasmesso al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti la proposta di linee guida sul direttore dei lavori.

css.php