Archivi per la categoria ‘NEWS’

Equo compenso esteso a tutti i professionisti: ok all’emendamento

Via libera della Commissione Bilancio al Senato all’emendamento al dl fiscale sull’equo compenso per tutti i professionisti e anche per lavori privati. Le novità

L’equo compenso è esteso a tutti i professionisti, sia quelli iscritti in appositi ordini che quelli non organizzati in ordini o collegi.

È arrivato, infatti, l’ok della Commissione Bilancio al Senato all’emendamento, a firma Sacconi, al dl fiscale (148/2017), che introduce l’equo compenso (art. 19-bis) per i professionisti iscritti agli ordini:

19.0.300

(Equo compenso delle professioni regolamentate)

  1. Si presume, fino a prova contraria, manifestamente sproporzionato all’opera professionale e non equo un compenso disposto dalle amministrazioni pubbliche, come dai committenti privati, in misura inferiore ai minimi stabiliti dai parametri per la liquidazione dei compensi dei professionisti iscritti agli ordini o collegi definiti dai decreti ministeriali adottati ai sensi dell’articolo 9 del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012, n. 27, dal decreto del Ministro della giustizia adottato ai sensi dell’articolo 13, comma 6, della legge 31 dicembre 2012, n. 247, o inferiore ai corrispettivi minimi definiti dal decreto del Ministro della giustizia 17 giugno 2016, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 174 del 27 luglio 2016, adottato ai sensi dell’articolo 24, comma 8, del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50. E’ nulla ogni clausola o patto che determina un eccessivo squilibrio contrattuale tra le parti in favore del committente della prestazione prevedendo un compenso non equo. La nullità della clausola o del patto di cui al periodo precedente opera a vantaggio del professionista iscritto all’ordine o al collegio che esercita la relativa azione, ferma restando la validità del contratto nelle altre sue parti.

Manutenzione ascensori, riattivate le Commissioni per il rilascio dell’abilitazione

Approvata la legge europea 2017 che riattiva le Commissioni d’esame per l’abilitazione alla manutenzione ascensori. Tra i componenti almeno un ingegnere

Via libera al ripristino delle Commissioni prefettizie per gli esami di abilitazione alla manutenzione degli ascensori con l’approvazione definitiva della legge europea 2017.

In base alle nuove regole introdotte dalla legge europea, l’abilitazione viene infatti rilasciata dal prefetto dopo l’esame da parte di Commissioni, abolite dal dl 95/2012.

In materia di ascensori, l’art. 23 reca disposizioni ai fini dell’integrale attuazione della direttiva 2014/33/UE per l’armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relative agli ascensori e ai componenti di sicurezza per ascensori, con specifico riferimento ai certificati di abilitazione.

Viene disposto, quindi, che il rilascio del certificato di abilitazione è necessario alla manutenzione degli ascensori per garantire la sicurezza negli impianti di sollevamento.

Il certificato deve essere rilasciato dal Prefetto in seguito all’esito favorevole di una prova teorico-pratica svolta davanti ad una Commissione esaminatrice.

La Commissione, nominata dal Prefetto stesso, deve essere composta da 5 funzionari, in possesso di adeguate competenze tecniche dei quali almeno uno, oltre al presidente, con laurea in ingegneria. I componenti saranno designati rispettivamente dal ministero del Lavoro, dal ministero delle Infrastrutture, dal ministero dello Sviluppo economico, dall’Inail e da un’azienda sanitaria locale o da un’agenzia regionale per la protezione ambientale.

Inoltre, il prefetto del capoluogo di Regione, tenuto conto del numero e della provenienza delle domande pervenute, potrà disporre apposite sessioni di esame per tutte le domande presentate nella stessa Regione.

Dopo il passaggio al Senato il provvedimento attende ora l’approvazione definitiva da parte della Camera

Indennità di paternità: Inarcassa fissa i nuovi valori

Indennità di paternità Inarcassa: in vigore dal primo gennaio 2018 i nuovi importi minimi e massimi dell’assegno di paternità in favore dei padri liberi professionisti iscritti alla Cassa
Il dlgs 80/2015 aveva introdotto la tutela per l’indennità di paternità per i liberi professionisti.

La tutela è estesa al periodo in cui sarebbe spettata alla madre libero professionista o per la parte residua, in caso di:

  • morte o grave infermità della madre
  • abbandono del bambino
  • affidamento esclusivo al padre

L’importo dell’indennità è commisurata all’80% del reddito professionale del secondo anno precedente l’evento, rapportato al periodo massimo di tutela di 5 mesi (3 mesi per l’affidamento), o per la parte non goduta dalla madre libero professionista.

Dal 1° gennaio 2018 l’assegno di paternità in favore dei padri liberi professionisti iscritti ad Inarcassa, erogabile per il periodo in cui la madre non abbia diritto ad analoga indennità. Sono coperti gli eventi (nascita, adozione, affidamento) che avvengono dal 1° gennaio 2018.

L’indennità spetta ai padri iscritti ad Inarcassa per la nascita del figlio o per l’ingresso in famiglia del minore adottato o affidato (è escluso l’aborto) e copre i 3 mesi successivi all’evento, indipendentemente dalla condizione professionale della madre (lavoratrice o non lavoratrice), per il periodo in cui questa non ne abbia diritto.

Richiesta di cancellazione o modifica della normativa relativa all’obbligo dell’utilizzo del POS per i professionisti

Sono stati presentati diversi emendamenti (8.0.1, 8.0.2, 8.0.3, 14.0.25 e 14.0.26) al ddl Bilancio 2018  con la richiesta di abrogazione o modifica dei commi 4 e 5 del DL 179/2012, convertito nella Legge 221/2012, per l’eliminazione dell’obbligo del POS per i professionisti.

Ricordiamo che con l’introduzione obbligatoria del POS tutti i professionisti devono dotarsi di POS e accettare pagamenti con bancomat o carta di credito per importi superiori ai 5 euro (dai 30 euro di soglia minima iniziale).

 In sintesi le 5 le proposte di modifica per la cancellazione dell’obbligo del POS:

  1. richiesta l’introduzione di un credito d’imposta annuale pari al costo complessivo sostenuto in ogni periodo d’imposta (emendamento 8.0.1)
  2. limitazione dell’obbligo di POS  per i soli venditori di “prodotti e prestazioni di servizi mediante pubblici esercizi”, escludendo quindi gli studi professionali e i professionisti (emendamento 8.0.2)
  3. cancellazione totale dell’obbligo POS per tutti, sia per i venditori di prodotti e servizi che per i professionisti (emendamento 8.0.3)
  4. applicazione di un canone fisso mensile (massimo 20 euro, pena l’annullamento del contratto) per l’utilizzo e la gestione del servizio, che comprende le commissioni relative alle transazioni mensili e i costi di noleggio (emendamento 14.0.25)
  5. richiesta di non applicazione delle tariffe per l’utilizzo e la gestione del POS per chi ha l’obbligo (emendamento 14.0.26)

Progetto SIRVESS

PROGETTO SIRVESS

Si informano gli iscritti che la Commissione Sicurezza dell’Ordine ha proposto un progetto a SIRVESS (SIstema di Riferimento VEneto per la Sicurezza nelle Scuole)

in cui viene evidenziata la figura dell’Ingegnere e dell’attività che svolge.

L’intervento è destinato ad alcuni studenti delle classi terze dei licei e degli istituti tecnici, che saranno selezionati da SIRVESS. Nelle conferenze si darà particolare

peso agli aspetti riguardanti la sicurezza (in ambito sismico, ingegneria dell’incendio, sicurezza nei cantieri, ecc.)

I colleghi interessati a partecipare al progetto sono pregati di darne comunicazione in Segreteria entro il 15/12/2017.

Si allega la scheda informativa del progetto.

Scheda progetto

Regione Veneto – Pubblicazione “compendio normativa per le zone sismiche”

La Regione Veneto ci informa che al link

https://www.regione.veneto.it/web/sismica/normativa-sismica

è disponibile in due volumi, il “Compendio normativa per le zone sismiche” – aggiornata al 31/08/2017, predisposto dagli Uffici Regionali.

lettera Regione Veneto

 

Incontri Novembre-Dicembre 2017

28/11/2017 Luogo/Ente: Rovigo/Ordine Ingegneri di Rovigo

Descrizione:

Seminario  Introduzione ai Sistemi di Fondazione Geopier: consolidamento del terreno tramite colonne di ghiaia vibrocompattate

Luogo: c/o Liceo Scientivico ‘Paleocapa’ Viale de Gasperi n. 19 Rovigo

Durata: dalle ore 14.00 alle ore 18.45

Numero massimo partecipanti: n. 200

Crediti assegnati: 4 CFP

Evento gratuito

Allegati: Scheda
Links correlati: Link per l’iscrizione tramite Fondazione Padova
02/12/2017  

Luogo/Ente: Fratta Polesine/Ordine Ingegneri di Rovigo

Descrizione:

Seminario: Architettura e paesaggio del XVI Secolo in Polesine

Luogo: c/o Villa Badoer Via Giovanni Tasso, 3    45025 Fratta Polesine

Durata: dalle ore 9.15 alle ore 13.30

Numero massimo partecipanti: n. 40

Crediti assegnati: 4 CFP

Evento gratuito

Allegati: Locandina
Links correlati: Link per l’iscrizione
05/12/2017  

Luogo/Ente: Occhiobello/Ordine Ingegneri di Rovigo

Descrizione:

Corso: BIM- IL NUOVO METODO DI PROGETTAZIONE BASATO SULL’INTEGRAZIONE

Data:  Martedì 05 Dicembre 2017

Luogo: c/o Sede della Wavin Italia Spa Via Boccalara n. 24  Occhiobello S.M.Maddalena (Ro)

Durata: dalle ore 09.00 alle ore 13.00

Numero massimo partecipanti: n. 12 (per corso)

Crediti assegnati: 4 CFP

Evento gratuito

Allegati: Programma
Links correlati: link per l’iscrizione del 05/12/2017
11/12/2017  

Luogo/Ente: Rovigo/Ordine Ingegneri di Rovigo

Descrizione:

Seminario: Elementi di Ingegneria forense: Ingegneria Strutturale e Geomatica nel processo penale

Luogo: c/o Liceo Scientifico ‘Paleocapa’ Viale de Gasperi n. 19 Rovigo

Durata: dalle ore 14.30 alle ore 18.30

Numero massimo partecipanti: n. 200

Crediti assegnati: 4 CFP per gli Ingegneri e n. 3 CFP per gli Avvocati

Evento gratuito

Allegati: Programma
Links correlati: Link per l’iscrizione
15/12/2017  

Luogo/Ente: Rovigo/Ordine Ingegneri di Rovigo

Descrizione:

Seminario: Ricerca e sviluppo nella stabilizzazione dei versanti e protezione da frane con ancoraggi passivi

Luogo: c/o Sede Ordine Ingegneri Rovigo Via Leopoldo Baruchello n. 6/6 (Ro)

Durata: dalle ore 14.45 alle ore 18.00

Numero massimo partecipanti: n. 50

Crediti assegnati: 3 CFP

Evento gratuito

Allegati: Programma
Links correlati: Link per l’iscrizione tramite Fondazione Padova

Chiusura ufficio di Segreteria – 2 e 3 Novembre 2017

Si informa che giovedì 2 e venerdì 3 novembre l’ufficio  dell’Ordine resterà chiuso al pubblico.

Risultati immagini per cartello chiusura

31 ottobre – scadenza Inarcassa dichiarazione telematica e conguaglio

31 ottobre, dichiarazione  telematica e rateazione del conguaglio.

La dichiarazione dei redditi e dei volumi d’affari relativa all’anno 2016 va presentata esclusivamente in via telematica tramite Inarcassa On Line. Consulta la guida alla compilazione e i tutorial per l’Iva differita e per la rateazione del conguaglio, da inoltrare sempre entro il 31 ottobre. Chi ha perduto i codici di accesso a Inarcassa On Line, sulla pagina di log-in del servizio può rigenerare password e pin. Per memoria: il 31/10 scade anche il termine del versamento della 5ª rata dei contributi minimi, per chi ha la rateazione bimestrale, e per la comunicazione d’iscrivibilità, per chi nel 2016 ne aveva i requisiti (art. 1 RGP 2012).

Contributo maternità: 6 euro di saldo 2016.

La tardiva approvazione da parte dei ministeri dell’importo del contributo di maternità maggiorato per l’anno 2016 a 67 euro, ha reso necessario recuperare quest’anno, insieme al MAV del conguaglio annuale in scadenza il 31 dicembre 2017, 6 euro di quota residua, rispetto ai 61 euro già versati. Per chi non ha importi a conguaglio, verrà emesso un MAV ad hoc, sempre con scadenza 31 dicembre 2017.

Postuma decennale, aggiornata la polizza RC in convenzione.

La polizza RC Professionale Lloyd’s in convenzione con Inarcassa prevedeva già da alcuni anni la possibilità di acquistare ad un costo pre-negoziato la garanzia postuma decennale per eventuali sinistri denunciati nei 10 anni successivi alla cessazione dell’attività professionale. La polizza era già allineata alle ipotesi previste dal DDL concorrenza del 02/08/2017, salvo che per la libera contrattazione del tasso in sede di richiesta di ulteriori 5 anni (oltre i 5 già concordati) per i casi di postuma per motivazioni diverse dalla cessazione di attività. Ora è stato aggiornato il testo di polizza, confermando per quest’ultima evenienza il medesimo tasso dei primi 5 anni e cioè 125% dell’ultimo premio pagato. >> Informazioni e chiarimenti

 

Premio “Dino Stori” e celebrazione Colleghi iscritti all’Albo da 40-50 e 60 anni

Il Consiglio dell’Ordine degli Ingegneri organizza una serata conviviale per la consegna degli attestati di merito e per la premiazione dei lavori pervenuti in relazione al Premio Dino Stori, indetto da questo Ordine per premiare le migliori tesi di Laurea in Ingegneria presentate nel triennio 2013-2016.

Nella stessa serata il Consiglio procederà alla celebrazione dei colleghi che risultano iscritti all’Ordine da 40, 50  e 60 anni.

La serata è organizzata per il 31 ottobre 2017, a partire dalle ore  19.30  presso il ristorante “Le Betulle” in Viale Regina Margherita n° 6 a Rovigo.

Chi intende partecipare per condividere il piacevole momento, è pregato di informare la segreteria dell’Ordine entri il 26 Ottobre.

La quota di partecipazione per la cena è di  € 30,00. (ad esclusione dei premiati).

css.php