News

ESTENSIONE FONDO GARANZIA AI PROFESSIONISTI

Il CNI ci comunica che  è stato esteso il Fondo di garanzia previsto per le Pmi ai professionisti iscritti agli Ordini professionali. ...

Leggi Tutto

NOVITA' INARCASSA

Niente contributo minimo soggettivo per chi ha redditi bassi Un ulteriore passo avanti a favore degli iscritti in questo momento di cri...

Leggi Tutto

FORMAZIONE CONTINUA - GLI INGEGNERI SI AGGIORNANO

GLI  INGEGNERI  SI  AGGIORNANO   Si è svolto venerdì scorso, nella prestigiosa cornice della “Sala Arzenton” presso la sede...

Leggi Tutto

FORMAZIONE CONTINUA - PRECISAZIONI

A seguito delle numerose richieste che pervengo all'Ordine in merito all'attribuzione di  crediti formativi CFP per attività già svolte n...

Leggi Tutto

SOFTWARE GRATUITO PER IL CALCOLO DEI CORRISPETIVI DA PORRE A BASE DI GARA

Alla fine del seguente articolo,  si allega il link del software gratuito per il calcolo dei corrispettivi da porre a base di gara nelle ...

Leggi Tutto

L’Ordine

La legge professionale del 1923 affida agli Ordini provinciali la tutela del titolo e dell’esercizio della professione che si realizza, in primo luogo, mediante la tenuta dell’Albo cui ogni professionista  (articolo 1,  legge  25  Aprile 1938, n. 897) deve necessariamente iscriversi se vuole esercitare la professione.

Le disposizioni normative (legge 24 Giugno 1923, n. 1395 inerente la tutela del titolo e dell’esercizio professionale, e Regio Decreto 23 Ottobre 1925, n. 2537, recante norme di regolamento per la professione d’ingegnere) disegnano l’ordinamento professionale degli ingegneri la cui struttura portante è costituita dai Consigli dell’Ordine in ogni capoluogo di provincia. Essi sono attualmente 106.

L’iscrizione all’Albo si rende indispensabile in considerazione del preminente interesse che riveste per la collettività l’accertamento dei requisiti di capacità e preparazione tecnica del professionista. Per ottenere l’iscrizione è necessario aver conseguito il relativo titolo accademico ed aver superato un apposito esame di Stato che abilita all’esercizio della professione. E’ importante notare come l’esame di stato è anche sancito dall’art. 33 della Costituzione della Repubblica Italiana ove recita: “E’ prescritto un esame di stato per …l’abilitazione all’esercizio professionale”.

Il recente D.P.R. 5 giugno 2001, n. 328 modifica la previgente struttura dell’Albo degli Ingegneri dividendolo in sezioni e settori a seconda della formazione accademica e degli esami di Stato sostenuti dall’iscritto. Esso presenta tuttavia alcune incongruenze che andranno definite al più presto o direttamente con atto legislativo di rettifica o a seguito dell’esito dei ricorsi al Tribunale amministrativo che alcuni Consigli Nazionali delle professioni, fra cui il Consiglio Nazionale degli Ingegneri, hanno presentato contro il provvedimento di legge in questione.

 

css.php